Qualsiasi dato diventa importante se è connesso a un altro. La connessione cambia la prospettiva. Induce a pensare che ogni parvenza del mondo, ogni voce, ogni parola scritta o detta non abbia il senso che appare, ma ci parli di un Segreto. Il criterio è semplice: sospettare, sospettare sempre.  

Umberto Eco

 

EDUCatt promuove e supporta l’iniziativa nata nel 2017 dall’idea e dallo spirito delle studentesse residenti presso il Collegio San Luca – A. Barelli.

Il grande e inaspettato successo della prima edizione ha spinto gli organizzatori a presentare un nuovo titolo per l’edizione 2018: nasce così To connect, che indica l’importanza di rimanere connessi al contesto sociale, relazionale e spirituale di ognuno. Il tema è uno spunto per proporre, attraverso scatti fotografici, alcune riflessioni legate alle «quattro C»: comunicare, crescere, capire e competere, tutte azioni che declinano alcune sfaccettature del tema. L’obiettivo di questo contest è proporre idealmente un percorso personale consapevole, che si interroga sul rapporto tra noi e gli altri in una società iperconnessa e digitalizzata e che indaga le relazioni che caratterizzano l’attuale vita sociale.